Resi capaci da Dio

Mentre la maggior parte della chiesa nel mondo sta ancora cercando di diventare come Gesù la parola di Dio ci insegna che “ quali egli è , tali siamo anche noi in questo mondo” ( 1 Giov 4.17) Molti stanno ancora piangendo sui peccati del passato e si presentano davanti a Dio come incapaci ed indegni dimenticando che siamo stati da Dio resi capaci e degni di comparire in sua presenza grazie al sangue di Gesù versato per noi. Ora c’è una via aperta al santuario celeste per noi. La croce è di importanza vitale per noi, ma dobbiamo ricordare che è solo un passaggio per arrivare alla resurrezione ed alla gloria. Molti credenti arrivano alla croce, cosa gloriosa, ma poi rimangono li. Non muoiono mai a se stessi e non entrano mai nel cammino della resurrezione che è un cammino di vittoria sopra il peccato e la morte per passare poi nella gloria dove siamo seduti con Cristo nei luoghi celesti. Gia ora siamo resi perfetti e siamo nella vittoria, non dobbiamo aspettareil tempoche verrà. Un figlio quando nasce è perfetto in ogni sua parte, e rimarrà così perfetto anche negli anni successivi; deve solo crescere per entrare nella maturità. Per questo il Signore ci vede gia santi, anche se sa benissimo che non siamo maturi. per questo ha posto nella sua chiesa i cinque ministeri perchè ognuno possa arrivare alla perfetta statura di Cristo. Non è una questione di santità, ma di maturità di sapere che possiamo lasciare il cammino della croce per entrare nel cammino della resurrezione e per guardare a Gesù non come al redentore che fu, ma la redentore che è e che vive per sempre e intercede per noi davanti al Padre. Il mese di Dicembre mi ha visto di più in casa . Questo anche per la scelta di muovermi di meno e concentrarmi di più sul lavoro locale e in relazione alla chiesa .

 

5 – MILANO la prima domenica del mese è stata insieme alla famiglia Oikos di Milano. Siamo sempre nel locale datoci in prestito dalla associazione degli Tzigani in Via Depretis 13. Stiamo pregando tuttavia per un cambio, perchè ormai ci è diventato stretto e non possiamo farci molte attività. Anche se il numero dei membri non è molto elevato siamo però tutti impegnati in vari settori di ministerio e stiamo veramente realizzando la realtà di “una chiesa senza mura” che vive con una visione per la nazione e per l’avanzamento del regno, che non è concentrata su se stessa ma sul servizio a Dio.

10 – AOSTA Prosegue l’impegno preso con Ken e Luana per un incontro mensile di formazione alla leadership. Nel contempo la sera abbiamo anche un incontro di risveglio ed anche in questa occasione ci sono state persone nuove. Il seminterrato era gremito con circa 30 persone e lo spirito Santo ha meravigliosamente fatto il suo lavoro operando salvezza , guarigione e liberazione.

11 -12 VOLPIANO – MILANO E’ sempre un piacere ritrovarsi con i fratelli e condividere l’amore di Dio in Cristo. Il sabato è trascorso ascoltando le lotte e le vittorie della realtà Torinese ed incoraggiandosi gli uni gli altri. La domenica mattina il culto insieme con predicazione sulla fede. Ovviamente agape finale! Velocemente con l’auto accompaganto dal caro Eduardo a Milano per guidare il culto e predicare sull’adorazione.

dsc0477617-20 CAMPOBASSO dsc04779La tappa di A321 questa volta era Campobasso, ma temevamo per il freddo e la neve, considerato le condizioni metereologiche e le previsioni che non promettevano niente di buono. Infatti da Firenze nessuno ha potuto partecipare all’incontro in quanto sommersi dalla neve il venerdì mattina. Con Rossana siamo partiti il giovedì e il sole ci ha accompagnato per tutte le 8 ore di viaggio fino a Rieti. Da Rieti venerdì mattina presto insieme a Maria Pia e Marco a Campobasso dove siamo saliti sul monte della fortezza per pregare e benedire la città. Gli intercessori ed il pastore Tonino ci hanno accompagnato per fare gli atti profetici.Il sabato ci siamo trovati un po’ soli ad affrontare la giornata della solenne assemblea, ma tutto è andato al di là delle aspettative. Il gruppo di lode della chiesa di riconciliazione insieme con Marco sono stati di grande benedizione. Maria Pia ha coinvolto tutti con la danza di adorazione. Senza particolari sforzi, ma con gioia si è arrivati alla sera. La domenica poi siamo stati ospiti della chiesa e mezzi di benedizione per tutta la comunità attraverso la predicazione e l’amministrazione spirituale profetica.

dsc04729 dsc04737 dsc04739 dsc04765

 

 

 

 

 

 

24 – 31 DICEMBRE Le festività le ho trascorse in famiglia godendo anche del riposo e dei buoni pranzi preparati da Laura e Luisa. Natale con la famiglia al completo ed anche degli ospiti a sorpresa. Non è mancato un momento di gradita comunione con la chiesa La vera vite di Pantigiate sia la vigilia di Natale che l’ultimo dell’anno. Così riprendiamo un nuovo anno con nuove speranze forti nella Sua grazia che sempre sovrabbonda.

<b>venerdì 14 gennaio 2011</b>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.