Le leggi del Regno di Dio : La legge del perdono – Giugno 2014

forgive

Lc. 6:37 “ perdonate e vi sarà perdonato”

2 Cor 2:10 Or a chi voi perdonate qualcosa, perdono anch’io; poiché anch’io quel che ho perdonato, se ho perdonato qualcosa, l’ho fatto per amor vostro, nel cospetto di Cristo, 11 affinché non siamo soverchiati da Satana, giacché non ignoriamo le sue macchinazioni.                        Ef. 4:32 “ perdonandovi a vicenda”

Si sente dire “ quello mi ha fatto così del male che non potrò mai perdonarlo”. E’ questo atteggiamento che ci permetterà di sperimentare l’amore di Dio? Di  vivere il soprannaturale? Il perdono è un atto deliberato della Mia volontà. Io scelgo di perdonare perchè ho scelto di amare. La forza di perdonare non è nella mia natura umana, la forza di perdonare si trova nella mia natura divina in quanto l’amore di Dio è stato sparso nel mio cuore alla nuova nascita per lo Spirito Santo. Quando io dico non posso perdonare lego me stesso all’odio, al rancore e al risentimento. Questi sentimenti ci portano malattia nell’anima e conseguentemente nel fisico. Questi sono sentimenti che sono frutto della carne e che fanno prendere il sopravvento alla natura di peccato che se anche vinta per  legge deve essere annientata attraverso il combattimento spirituale.

  • 2 Cor. 10:3-5  In realtà, sebbene viviamo nella carne, non combattiamo secondo la carne; 4 infatti le armi della nostra guerra non sono carnali, ma hanno da Dio il potere di distruggere le fortezze, poiché demoliamo i ragionamenti 5 e tutto ciò che si eleva orgogliosamente contro la conoscenza di Dio, facendo prigioniero ogni pensiero fino a renderlo ubbidiente a Cristo;
  • Mt. 15:18-20  Ma ciò che esce dalla bocca viene dal cuore, ed è quello che contamina l’uomo. 19 Poiché dal cuore vengono pensieri malvagi, omicidi, adultèri, fornicazioni, furti, false testimonianze, diffamazioni.20 Queste sono le cose che contaminano l’uomo
  • Giac 4: 2     Voi bramate e non avete; voi uccidete e invidiate e non potete ottenere; voi litigate e fate la guerra; non avete, perché non domandate;

E ‘ il cammino della santificazione . Cristo è l’autore di una salvezza perfetta, ma le Sue perfezioni sono raggiungibili solo attraverso la fede. Nello stesso modo nel Santuario tutto era perfetto, era stato costruito su disegno di Dio.

Es 25:9Me lo farete in tutto e per tutto secondo il modello del tabernacolo e secondo il modello di tutti i suoi arredi, che io sto per mostrarti.” e con la sapienza di Dio.

Es. 31:1-11 (Besalelel ed  Oholiab) ” 1 Il SIGNORE parlò ancora a Mosè, dicendo: 2 «Vedi, io ho chiamato per nome Besaleel, figlio di Uri, figlio di Cur, della tribù di Giuda; 3 l’ho riempito dello Spirito di Dio, per dargli sapienza, intelligenza e conoscenza per ogni sorta di lavori, 4 per concepire opere d’arte, per lavorare l’oro, l’argento e il bronzo, 5 per incidere pietre da incastonare, per scolpire il legno, per eseguire ogni sorta di lavori. 6 Ed ecco, gli ho dato per aiutante Ooliab, figlio di Aisamac, della tribù di Dan; ho messo sapienza nella mente di tutti gli uomini abili, perché possano fare tutto quello che ti ho ordinato: 7 la tenda di convegno, l’arca per la testimonianza, il propiziatorio che dovrà esservi sopra, tutti gli arredi della tenda; 8 la tavola e i suoi utensili, il candelabro d’oro puro e tutti i suoi utensili, l’altare dell’incenso, 9 l’altare degli olocausti e tutti i suoi utensili, la conca e la sua base, 10 i paramenti per le cerimonie, i paramenti sacri per il sacerdote Aaronne e i paramenti dei suoi figli per esercitare il sacerdozio, 11 l’olio dell’unzione e l’incenso aromatico per il luogo santo. Faranno tutto conformemente a quello che ho ordinato»” Anche le bestie dovranno essere perfette

Lev. 22:21  “Quando uno offrirà al SIGNORE un sacrificio di riconoscenza, di buoi o di pecore, sia per sciogliere un voto, sia come offerta volontaria, la vittima, per essere gradita, dovrà essere perfettanon dovrà avere difetti ” e il rito sacrificale doveva perfettamente svolgersi in un certo modo: alcuni elementi comuni ai sacrifici cruenti di cui l’olocausto e il sacrificio per il peccato avevano valore espiatorio.

  1. presentazione della vittima: lavato ed esaminato dai sacerdoti perchè non ci fossero imperfezioni
  2. imposizione delle mani   (la mano doveva essere posta sul capo del capro).: trasmissione del peccato,  veicolo dei sentimenti per avere favori divini, un vincolo di solidarietà con la bestia uccisa
  3. immolazione  spargimento di sangue intorno all’altare:il sangue come la vita aveva il potere di espiare i peccati rituali, e involontari ma solo questi!
  4. combustione: nell’olocausto bruciato per intero= adorazione perfetta: sacrificio perpetuo, ne sacrificio per il peccato il petto e la coscia erano per il sacerdote.

Ma solo se ubbidivi e portavi il sacrificio e coprivi l’atto e tutto era osservato tal peccatore poteva trovare perdono e liberazione. Nel V.T.  benchè l’idea di Dio come Padre non fosse così evidente, scopriamo in molti modi la misericordia di Dio e le dichiarazioni di Dio fatte sia nella legge che nei Profeti, della Sua volontà di perdonare più che di condannare.

Es. 34:7 “ l’Iddio che perdona l’iniquita…..” Sal. 103:3 Davide “ L’Iddio che perdona tutte le mie iniquità”

Oggi Gesù ci ha affrancati dal giogo della legge, ha portato ed è stato Lui sacrificio per il peccato, ci ha liberati dall’incombenza di portare il sacrificio di più ci ha costituiti sacerdoti, ma se non agiamo in fede, se non poniamo le nostre mani e non mangiamo la Sua carne e beviamo il Suo Sangue non potrà esserci remissione.

2. La remissione è un atto consequenziale al perdono. Un principio fondamentale del regno per  vivere  sperimentare la potenza di Dio  e vivere nel soprannaturale  è  vivere nel perdono. “SE NON PERDONIAMO  NON SAREMO PERDONATI”. Se perdono vi è remissione.

Lc.11:4 Il Padre Nostro”Perdonaci come noi perdoniamo”. Mt. 6.14-15 ” se voi perdonate agli uomini , il padre celeste  perdonerà a voi” 

LA PARABOLA DEL SERVO INFEDELE  Mt. 18:21 ss esprime bene i sentimenti di risentimento, colpa e rigetto. Il servitore fu perdonato dal suo padrone  per un debito di 150  milioni ma non fu capace di perdonare e rimettere il debito a chi gli doveva L. 200.000. Se pensi continuamente a qualcosa che ti ha ferito cresce il tuo rancore e il cuore diventa duro. Questo uomo era : egoista, duro di cuore, incapace di perdonare. La nostra società oggi è egoista perché abituata al diritto “ questo è un mio  diritto”. C’è molto egocentrismo e nella sofferenza uno dice “ nessuno  può capire il mio dolore”. Non è vero, Gesù lo può capire. Molti hanno un’immagine di Dio come un fustigatore, uno sempre pronto a giudicare e a punire. Dio è un Dio giusto, ma giustizia e perdono non sono così  separate nel mondo spirituale. Nel mondo naturale la giustizia fa capo alla condanna, ma nel mondo spirituale la giustizia di Dio in Cristo Gesù fa capo alla giustificazione e quindi alla remissione ed al perdono perchè c’è, ravvedimento e il prezzo è stato pagato. Il perdono è il mutuo riconoscimento  che il ravvedimento di una o di entrambe le parti è genuino e che la giusta relazione è ristorata. I requisiti del perdono:

  1. il restauro di una attitudine di amore: l’aver commesso un errore non è una valida ragione per non  amare
  2. il lavoro attraverso la sofferenza la rabbia e l’alienazione fino a che entrambe le parti percepiscono  che il processo di ravvedimento è mutualmente soddisfattorio per entrambi
  3. l’apertura per il futuro ad una appropriata  relazione con fiducia  e buona fede che permette di rischiare sulla persona, una relazione spontanea che da spazio per altri fallimenti  o conflitti

imagesTutto il perdono sia umano che divino si muove in questo modo. Dio viene incontro alla nostra situazione invitandoci al ravvedimento. L’amore e la grazia di Dio sono senza condizioni, ma il conseguente perdono è condizionato al fatto del ravvedimento. La risposta di ravvedimento porta  a ricevere amore a ricostruire le giuste relazioni e a sperimentare la riconciliazione. Se vuoi perdonare devi farlo senza porre condizioni, così come Dio ha fatto con te e devi lavorare attraverso questo processo per costruire autentiche riconciliazioni e  vere relazioni . La restaurazione di un’attitudine di amore è il prerequisito essenziale per attuare il processo del perdono. Amare i nemici è nella natura di Dio e il comando per i suoi figli. L’amore umano raramente è incondizionato, tuttavia può essere capacitato dalla grazia divina ad amare con così poche condizioni che sarà possibili anche estendere il perdono contro ogni ingiuria

. … ora il diario del mese… 

8 giugno   Milano  – predicazione

Concludo il ciclo di predicazioni sulla prosperità. Potete vedere ed ascoltare l’insegnamento :  http://www.youtube.com/watch?v=xrfrlzEW04c

14 giugno Milano – Incontro leader

Insieme ai ministri della chiesa Locale abbiamo trascorso una giornata di riflessione e preghiera parlando del percorso spirituale che ogni credente può fare nella nostra realtà comunitaria per adempiere alla visione che ogni membro possa crescere e divenire un ministro.

2 luglio  Missione in Sicilia

20140619_135231

Il viaggio è iniziato a Palermo per visitare il gruppo nascente guidato dalla sor. Carmela. Giurni importanti dove abbiamo parlato della visione e della crescita della chiesa.

20140625_173656Poi  a Gela per la celebrazione del matrimonio di  Elisa  e Daniele. E’ stato un momento di gioia e di testimonianza per molti amici e parenti che non avevano mai assistito ad una cerimonia evangelica.

20140628_190434Da Gela a Licata  per un mini-ritiro comunitario  con la presenza anche della famiglia Tantardini che hanno dato il loro ministerio e supporto alla comunità.
10452312_692584490803609_8504189437806452975_n

Da Licata  a Messina per un due giorni insieme con Antonio  Russo e sua moglie Monica presso il gruppo di Bisconte  insegnando e mettendo le basi per la nascita della comunità, dopo un lavoro svolto da loro con passione nel sociale e nell’evangelismo  da più di tre anni.

Ho visto nascere questo ministero ed è stato bello ora  vedere la nascita anche della comunità “La frontiera”.10462985_692584254136966_7747524508639098594_n 20140628_190706

 

 

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.