Portatori di pesi

portatore-di-peso

Chi sono i portatori di pesi? Ne abbiamo un esempio  con il profeta  Ezechiele:

Ezechiele 4:1 «Tu, figlio d’uomo, prendi un mattone, mettitelo davanti e disegnaci sopra una città, Gerusalemme; 2 cingila d’assedio, costruisci contro di lei una torre, fa’ contro di lei dei bastioni, circondala di vari accampamenti, e disponi contro di lei, tutto intorno, degli arieti. 3 Prendi poi una piastra di ferro e piazzala come un muro di ferro fra te e la città; volta la tua faccia contro di essa; sia assediata, e tu cingila d’assedio. Questo sarà un segno per la casa d’Israele. 4 Poi sdràiati sul tuo lato sinistro, e metti su questo lato l’iniquità della casa d’Israele; per il numero di giorni che starai sdraiato su quel lato, tu porterai la loro iniquità. 5 Io ti conterò gli anni della loro iniquità in un numero pari a quello di quei giorni: trecentonovanta giorni. Tu porterai così l’iniquità della casa d’Israele. 6 Quando avrai compiuto quei giorni, ti sdraierai di nuovo sul tuo lato destro, e porterai l’iniquità della casa di Giuda per quaranta giorni: t’impongo un giorno per ogni anno.

Questa è la prima volta di tutta la storia in cui Dio pone l’iniquità di un intero popolo su un solo uomo. Questo è ciò che nel Nuovo Testamento viene definito un “portatore di pesi”.

Galati 6:1 Fratelli, se uno viene sorpreso in colpa, voi, che siete spirituali, rialzatelo con spirito di mansuetudine. Bada bene a te stesso, che anche tu non sia tentato. 2 Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo.

Portare il peso è parte dell’intercessione

Portare il peso è parte dell’intercessione e si manifesta quando Dio usa i suoi servi per identificarsi con lo spirito, la mente e il cuore di una persona sofferente o in una situazione di bisogno. In questo modo l’intercessore o il profeta compie, ovviamene solo parzialmente e per un periodo limitato di tempo, la stessa opera che Cristo fa continuamente con ognuno di noi.

Cosa significa questo? Forse l’opera di Cristo non è completa ?  Sicuramente lo è. Gesù disse:”Tutto è compiuto”. Eppure Dio ha riservato ai suoi amici di condividere con Lui il suo ministero di intercessione, nella forma più alta, in modo che anche essi possano dire come Paolo:

Colossesi 1:24 Ora sono lieto di soffrire per voi; e quel che manca alle afflizioni di Cristo lo compio nella mia carne a favore del suo corpo che è la chiesa.

Il Signore Gesù ha quindi compiuto tutto, ma manifesta pienamente la sua completezza attraverso il suo corpo, cioè la Chiesa, tra cui uomini scelti sono usati per guarirne e curarne le ferite.

Portare i pesi non è il nostro lavoro. E’ il lavoro del Signore Gesù, ma a noi è dato il privilegio di condividere le sue sofferenze, mentre egli ministra.

Ezechiele è stato colui che è stato scelto per essere il precursore di questo tipo di servizio e ci ha dato dei binari che possiamo percorrere, nelle sue orme e soprattutto in quelle di Cristo.

Dio chiama Ezechiele “figlio d’uomo”. Gesù si definiva “Il Figlio dell’Uomo”. Gesù stesso si identifica con l’opera di Ezechiele.

Isaia 53:11 Dopo il tormento dell’anima sua vedrà la luce, e sarà soddisfatto; per la sua conoscenza, il mio servo, il giusto, renderà giusti i molti, si caricherà egli stesso delle loro iniquità.

Oggi, la chiamata di ogni profeta include essere un portatore di pesi.

Pochi sanno questo, ma essere un portatore di pesi nella preghiera di intercessione è probabilmente il lavoro più importante dei profeti del Nuovo Patto. Ci sono molti veri profeti di Dio che non hanno mai rilasciato una parola in pubblico. La maggioranza del lavoro di un profeta è fatto nell’oscurità, nel luogo segreto, lì dove il Signore muove il cuore del suo servo in intercessione per liberare i suoi figli oppressi.

I profeti esistono per sentire la chiamata e il grido di Dio a intercedere o portare i pesi per una persona, un gruppo, una tribù, una nazione, un popolo, in situazioni specifiche, eventi particolari, disastri o crisi imminenti, posizioni di schiavitù e peccato.

Non sono chiamati a portare i pesi di tutto e di tutti. Il loro lavoro è chiedere a Dio. Se Dio parla e trasmette soprannaturalmente questo peso, allora è tempo di portarlo.

Questo è uno dei modi principali in cui il profeta è chiamato ad edificare il corpo di Cristo.

Forse non c’è un lavoro più cruciale per i profeti dei nostri tempi che ascoltare la voce di Dio per capire la direzione, i modi e i tempi dell’intercessione e guidare il corpo di Cristo in questa attività.

MARZO 2016

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.