Spirito di controllo 1° parte

jezebel-spirit

Prima parte

  1. COS’ E’

Che ci piaccia o no, che ce ne rendiamo conto oppure no, siamo coinvolti in una guerra. E’ una guerra molto particolare di cui è difficile rendersi conto perché non c’è una lotta fisica, non ci sono bombardamenti, missili, edifici distrutti, centri abitati rasi al suolo, carri armati che girano per le strade, mancanza di cibo, di acqua e tutte le altre caratteristiche fisiche che caratterizzano, appunto, una situazione di guerra e che vediamo spesso, purtroppo, in TV. Noi non viviamo in paesi estremamente poveri o dove c’è persecuzione, viviamo una vita alquanto comoda, abbiamo, + o – quello che desideriamo, viviamo in case riscaldate d’inverno, molte hanno l’aria condizionata d’estate, se abbiamo bisogno di qualcosa basta che andiamo al supermercato dove ci troviamo davanti interi scaffali pieni di ogni genere di cose, per cui l’unico problema che abbiamo è quello di scegliere quello che si pensa abbia la qualità e il prezzo migliore. Al mattino ci si alza per andare a scuola, al lavoro, ci si incontra con gli amici, se si vuole ci si va a divertire, al cinema, al pub, in giro da qualche parte, alla fine della giornata si va a letto, una bella dormita, e il giorno dopo si riprende da capo. E’ veramente difficile rendersi conto che in realtà siamo in guerra. Ed è una guerra tremenda, all’ultimo sangue, in cui il nostro nemico non ha la minima misericordia, ma il cui scopo è solo ed unicamente: distruggere, distruggere il + possibile e in ogni modo possibile; è veramente una questione di vita o di morte, per noi e per coloro che ci stanno attorno e non possiamo assolutamente permetterci il lusso di vivere come se niente fosse, prendendoci cura solo dei nostri interessi, perché in questo modo verremo inevitabilmente distrutti.

Quando si è in una guerra, per poter avere la vittoria sull’avversario è necessario conoscerlo. E’ necessario sapere:

  1. Chi è il nostro nemico, altrimenti rischiamo o di colpire il bersaglio sbagliato, o di avere delle brutte sorprese.
  1. Come opera, quali sono le sue caratteristiche, le sue potenzialità; quale strategia sta seguendo, quali sono i suoi piani

Se si va in battaglia come degli sprovveduti, senza conoscere questi elementi, si finisce, inevitabilmente, per essere sconfitti e distrutti. Gli errori di valutazione, in guerra, si pagano cari. Il nemico non deve MAI essere sottovalutato.

Quindi, chi è il nostro nemico?

Efesini 6:12 “il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti.”

CONCLUSIONE: La guerra in cui siamo impegnati è una guerra SPIRITUALE; il nostro nemico è un nemico spirituale, non fisico, FATTO MOLTO IMPORTANTE DA TENERE SEMPRE PRESENTE. Il nostro nemico non è il fratello o la sorella della chiesa, il pastore, uno dei leader, i membri della nostra famiglia, il nostro vicino di casa, il nostro datore o compagno di lavoro, o qualsiasi atra persona sulla faccia della terra.

Il nostro combattimento non è contro sangue e carne, non è contro le persone. Dobbiamo sempre fare bene attenzione a separare le persone dallo spirito che sta operando dietro di loro, che a loro insaputa le sta influenzando e usando, altrimenti cadremo nella trappola del nemico e finiremo per fare il suo gioco, perché ricordiamoci che lo scopo del nemico è di distruggere, e non ci vuole molto per distruggere una persona.

Altra cosa importante: gli spiriti non hanno sesso, non sono maschi o femmine, e non hanno neanche preferenze di sesso, ma usano nello stesso identico modo uomini e donne, ovunque trovino un’apertura, qualcosa a cui possono appigliarsi, su cui possono fare leva per poter influenzare quella persona.

Troppo spesso nelle chiese delle persone hanno pagato e stanno pagano un prezzo molto alto perché quelli che stanno attorno a loro hanno dimenticato CHI è il vero nemico.

Efesini 6:12 “il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti.”

Il nome più famoso che viene abbinato allo spirito di controllo è quello di Jezebel, dal nome della moglie di Achab e da Apocalisse 2:20, ma secondo diversi, fra cui anche Peter Wagner, la Bibbia vi fa riferimento anche con altri nomi:

  • La prostituta di Babilonia (Apocalisse 17:5)
  • La Regina del cielo (Geremia 7:18; 44:17,18,19,25)
  • Signora dei regni (Isaia 47:5)

Ha anche altri nomi religiosi:

  • Diana (Atti 19:24-35)
  • Atena, Artemide, Afrodite
  • Nella New Age è “Madre terra” 
  • E’ la potenza a cui si rivolgono gli occultisti

E’ uno spirito falso. Sa nascondersi molto bene, è un camaleonte perfetto, bravissimo nel mimetizzarsi, nell’indossare i panni della cultura, dell’ambiente, della situazione in cui sta operando, in base all’obiettivo che vuole raggiungere, in modo da non essere individuato.

Non è limitato da aree geografiche, ma lo si trova in azione in ogni parte del mondo. Ha un compito che porta avanti in ogni continente e nazione del mondo, in Europa, Africa, America, in Medio Oriente, ovunque

Per mettere le cose nella giusta prospettiva:

Ricordiamoci bene che non c’è assolutamente nessunissimo paragone tra Dio e Satana.

DIO E’.

  • E’ il creatore di tutte le cose, visibili e invisibili,
  • E’ onnipotente, niente e nessuno può in alcun modo impedire la Sua opera e il Suo governo completo su tutto ciò che Egli stesso ha creato;
  • E’ onnipresente, è sempre, in ogni tempo, in ogni istante, presente in ogni luogo, situazione, qualunque essa sia;
  • E’ onnisciente, sa ogni cosa. Non c’è assolutissimamente nulla che Dio non sappia, che possa, anche solo minimamente essergli nascosto.

Satana è solo una creatura, e non può, quindi, in alcun modo eguagliare il Creatore. Non è onnipotente, non è onnisciente, anche se, per certi aspetti, conosce molto di più di quello che conosciamo noi, e non è onnipresente, non può essere nello stesso momento in ogni luogo. Questo, in particolare, lo obbliga ad aver bisogno dei suoi per portare avanti i suoi disegni e ha dato quindi dei compiti ben specifici ai suoi, “cioè alle forze spirituali della malvagità che sono nei luoghi celesti”, ricordiamoci CHI è il nostro vero nemico.

LUGLIO 2016

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.