Come crescere e servire in modo efficace. La lezione di Paolo e Timoteo

Come leaders, non possiamo esercitare con successo il ministero stando da soli. Dobbiamo essere connessi alle persone che sono davanti a noi nel viaggio,a quelle che stanno dietro di noi ed a quelle che camminano al nostro fianco.

Paolo ha descritto questo tipo di relazione, di mentoring multigenerazionale in 2 Timoteo 2: 2: “perché devi insegnare agli altri quelle cose che mi hai sentito dire alla presenza di tanti testimoni. Insegna queste grandi verità a uomini fedeli, capaci a loro volta di trasmetterle ad altri. ” (Bibia della gioia).

Paolo e Timoteo hanno modellato tre tipi di relazioni che tutti i leader cristiani hanno bisogno di sviluppare per crescere e servire in modo efficace. La loro relazione ci insegna che:

1. Abbiamo bisogno di un padre spirituale.

Paolo chiama Timoteo ” mio vero figlio nella fede” in 1 Timoteo 1: 2. Per prima cosa incontriamo Timoteo in Atti 16 quando Paolo si sta incamminando per il suo secondo viaggio missionario. Si ferma a Listra per prendere il giovane discepolo che lo accompagna, lo assiste e serve come una sorta di apprendista sotto di lui. Paolo diventa un padre spirituale per Timoteo.

Ancora c’è purtroppo un gran numero di giovani pastori e leader che stanno servendo e perseguendo con entusiasmo grandi sogni ma mancano padri di spirituali. Io sono stato benedetto: ho avuto vari padri spirituali nella mia vita, da cui ho potuto assimilare molto. Non sarei dove sono senza di loro, in effetti sono il frutto del loro ministerio, anche se ormai loro sono con il Signore.

Credo che possiamo imparare e seguire l’esempio anche di persone che sono morte molto tempo fa. Per essere buoni leaders non dobbiamo mai cessare di studiare ed imparare. Le nostre letture dovrebbero riguardare una varietà di scritti,di autori prima della riforma e dopo la riforma fino alla nostra età in un buon mix. Abbiamo bisogno di ascoltare le voci che ci hanno preceduto. Quelle voci ci collegano a secoli di storia della chiesa. Dobbiamo sempre imparare dal nostro passato.

2. Dobbiamo essere un modello per gli altri.

Dobbiamo essere un esempio di come sia un ministero maturo. Nella seconda lettera di Paolo a Timoteo, egli sottolinea che: “ Tu invece hai seguito da vicino il mio insegnamento, la mia condotta, i miei propositi, la mia fede, la mia pazienza, il mio amore, la mia costanza, 11 le mie persecuzioni, le mie sofferenze, quello che mi accadde ad Antiochia, a Iconio e a Listra. Sai quali persecuzioni ho sopportate; e il Signore mi ha liberato da tutte.” (2 Timoteo 3: 10-11). Paolo fornisce a Timoteo un potente esempio da emulare. Timoteo conosce Paolo. Lo ha guardato. Ha visto come Paolo ha gestito le sfide del ministero. Non abbiamo solo bisogno di un “Paolo” nelle nostre vite, dobbiamo essere un “Paolo” per gli altri.

3. Abbiamo bisogno di un partner.

In Romani 16:21, scoprirai che la relazione di Paolo con Timoteo è cambiata. Paolo scrive: “Timoteo, il mio compagno di lavoro, ti manda i suoi saluti”. Timoteo è passato dall’essere un figlio a uno studente e ora ad essere un collega e un collaboratore.

Trascorriamo molto tempo desiderando e pregando per più lavoratori, ma forse non abbastanza tempo per investire in quelli che hanno il potenziale per diventare nostri collaboratori nella missione.

Hai dei collaboratori nella missione che ti diano gioia? Hai altri leader cristiani su cui puoi contare durante periodi difficili? Timoteo era così per Paolo perché, per anni, Paolo era stato un padre spirituale e un modello per Timoteo. Forse uno dei motivi per cui così tanti pastori oggi si sentono così soli nel ministero è perchè non hanno speso abbastanza tempo investendo in leader più giovani.

Dobbiamo seguire gli esempi di Timoteo e Paolo. Abbiamo bisogno di un padre spirituale e dobbiamo esserne uno per la prossima generazione. Abbiamo anche bisogno di collaborare con gli altri in modo che possiamo servire in modo più efficace e finire la gara.

maggio 2019

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.