Fortificati nella fede

Siamo ormai arrivati alla metà di questo 2019.                                                                              Magari molti stanno già pensando alle ferie estive..

Ma quali sono le vostre aspettative di fede  per il resto dell’anno? Non lasciare che il resto del 2019 ti sfugga  di mano.

Qual’ è la tua aspettativa?

1.L’aspettativa muove la fede.

l’aspettativa si basa sul fare la cosa giusta.

Le aspettative sono ciò che mantiene la  fede in azione. Ci sono demoni che il nemico invia per limitare la tua fede e abbassare le tue aspettative. Quando  senti che non è più possibile credere, bisogna iniziare immediatamente a rompere quei pensieri.

Abbiamo la necessità di respingere ogni demone che sta ostacolando le nostre aspettative.

Denuncia ogni pensiero di dubbio – dichiara che la tua fede e le tue aspettative sono libere. Inizia a credere ciò che Dio ha promesso per la sua vita.

Serviamo un Dio senza limiti. Quando riconosciamo che Egli è illimitato, permettiamo a Gesù, in modo soprannaturale, di accelerare ogni cosa nella nostra vita. Le cose che richiedevano anni, impiegheranno mesi. Dio ti dia la grazia di fare la Sua volontà e di essere  indirizzati al suo scopo.

I Samuele 30, 6  “ Davide si fortificò nel Signore, nel suo Dio”


Davide – il giovane pastore di pecore che era stato unto re d’Israele dal giudice Samuele, colui che armato solo con una fionda aveva vinto il gigante Golia, e stava passando di vittoria in vittoria – è «grandemente angosciato» (v. 6a).

Era appena tornato da Gath, dove il re Achis gli aveva detto: “Tu sei caro agli occhi miei come un angelo di Dio” (cap. 29, 9). Con queste parole di lode ancora risuonanti nelle sue orecchie, Davide ed i suoi uomini tornano a Siclag, ansiosi di riabbracciare le loro mogli ed i loro figli.

Trovano però le città bruciate, le case distrutte e le mogli e i figli deportati. Gli Amalechiti avevano fatto una scorreria e avevano catturato tutto ciò che era prezioso per Davide ed i suoi compagni.

Davide, che fino ad allora era stato acclamato con lodi, si ritrova tutti contro: la gente «parlava di lapidarlo».

In quel momento, Davide tocca il fondo: è solo, confuso, nella disperazione più nera. Ha perso tutto: beni, famiglia, il sostegno della gente. Il pericolo lo minaccia.

In quella circostanza Davide avrebbe potuto essere schiacciato dalla situazione avversa in cui si trovava; avrebbe potuto essere amareggiato verso Dio; avrebbe potuto perdere la fede in quel Dio che lo aveva scelto per essere re d’Israele.

Invece, c’è un ma: «ma Davide si fortificò nel Signore, nel suo Dio».

In mezzo alle rovine della sua vita, Davide riconosce di non poter contare sugli eserciti, sulle armi, sulla forza, sulle proprie qualità di condottiero.

Davide impara che Dio solo può trasformare quella debolezza in forza. In quel momento così difficile della sua vita, Davide confida pienamente in Dio, dal quale riceve nuova forza e speranza per resistere alle avversità: «Nel giorno che ho gridato a Te, Tu mi hai risposto, mi hai accresciuto la forza nell’anima mia…» (Salmo 138, 3).

 

2. Per essere fortificati nella fede è necessario fare la cosa giusta.

Quando  fai ciò che è bene, le tue aspettative sono attivate.

Ma quando vai contro la parola di Dio, inizi a perdere l’aspettativa che accada qualcosa di buono. Soccombi alle menzogne ​​del nemico, diventi consapevole delle cose negative nel mondo che ti circonda. Ma quando si è radicati nella parola di Dio, quando fai la volontà di Dio, allora  vedi le cose come le vede Dio.

Vai Camminando con piena fiducia e aspettativa.

 

3. Stai servendo , ma ancora non è successo nulla.

Molti hanno fedelmente dato il loro servizio, decime e le offerte per il Signore, ma non hanno visto quello che hanno creduto. Può essere un momento negativo, ma hai bisogno di mantenere l’aspettativa di raccogliere quello che hai seminato.

Quando si prosegue servire e vivere una vita di fede, hai il diritto di vedere i miracoli finanziari, sfondamenti,cambiamenti  ecc

Dio non vuole che tu perda la tua fede. Non importa quanto tempo hai servito o cosa sta succedendo, ricorda che Dio ricompensa sempre coloro che lo  obbediscono e lo servono.

Quindi non perdete la vostra aspettativa di qualcosa di buono!

Abramo è considerato dall’apostolo Paolo il padre della fede, perciò i credenti sono chiamati in Galati i figli d’Abramo.

Abramo fu chiamato da Dio. La chiamata divina, la sua parola rivolta a noi inizia il processo che conduce alla fede. La chiamata fu a lasciare il suo paese e diventare pellegrino alla ricerca della città del futuro: «Vattene dalla tua terra, dalla tua parentela e dalla casa di tuo padre, verso la terra che io ti indicherò» (Gen 12,1).

Ad Abramo è richiesta «una partenza al buio, senza sapere dove Dio lo condurrà; è un cammino che chiede un’obbedienza e una fiducia radicali, a cui solo la fede consente di accedere».
A questa richiesta di obbedienza totale è collegata una promessa: «Farò di te una grande nazione e ti benedirò, renderò grande il tuo nome… e in te si diranno benedette tutte le famiglie della terra» (Gen 12,2.3).

E la Lettera agli Ebrei lo presenta così: «Per fede, Abramo, chiamato da Dio, obbedì partendo per un luogo che doveva ricevere in eredità, e partì senza sapere dove andava. Per fede, egli soggiornò nella terra promessa come in una regione straniera, abitando sotto le tende, come anche Isacco e Giacobbe, coeredi della medesima promessa. Egli aspettava infatti la città dalle salde fondamenta, il cui architetto e costruttore è Dio stesso» (11,8-10).

Abramo ubbidì a questa chiamata, ascoltò quella parola indeterminata, rischiosa, azzardata, doveva lasciare la città civile e rischiare il territorio aperto, senza difesa e ignoto, per vivere la vita del beduino senza fissa dimora.

La sua risposta fu semplice:
a)senza porsi delle domand
b)senza rimpiangere quello che lasciava dietro,
c) senza sapere dove andava.

Queste tre caratteristiche della fede d’Abramo indicano il percorso del credente. La fede ci chiama a rompere con il passato per vivere nel presente con lo sguardo rivolto alla promessa divina, al futuro che attendiamo.

Abramo, dunque, non solo parte al buio, ma lo fa in una situazione dove umanamente tutto gli sconsiglia di partire. «Egli – scrive ancora san Paolo – credette, saldo nella speranza contro ogni speranza, e così divenne padre di molti popoli, come gli era stato detto: Così sarà la tua discendenza. Egli non vacillò nella fede, pur vedendo già come morto il proprio corpo – aveva circa cento anni – e morto il seno di Sara. Di fronte alla promessa di Dio non esitò per incredulità, ma si rafforzò nella fede e diede gloria a Dio, pienamente convinto che quanto egli aveva promesso era anche capace di portarlo a compimento» (Rm 4,18-21).

Una versione piu corretta dice  E vide bensì che il suo corpo era svigorito (avea quasi cent’anni), e che Sara non era più in grado d’esser madre; ma dinanzi alla promessa di Dio, non vacillò per incredulità, ma fu fortificato nella sua fede dando gloria a Dio, ed essendo pienamente convinto che ciò che avea promesso, Egli era anche potente da effettuarlo.

Abramo considerò bensì la ormai accertata impossibilità naturale di diventar padre, ma questo non fece vacillar la sua fede nella promessa dell’Onnipotente.

Col testo occidentale, il senso è: non si fermò a considerare la senile impotenza sua e di Sara, ma tenne fisso lo sguardo della fede sulla promessa.

È nota la lunga prova a cui, Dio sottopose, la fede del patriarca. Durante 25 anni, egli è in presenza di una esplicita promessa divina il cui adempimento, continuamente ritardato, par diventare sempre più problematico, finchè, secondo le leggi di natura, diviene assolutamente impossibile.

Ed a misura che la cosa si fa più disperata, Dio fortifica la fede di Abramo con nuove e più precise dichiarazioni, talchè se decrescono le forze dell’uomo esterno, quelle dell’interno aumentano sotto i raggi della promessa che brilla di luce sempre più viva.

Mentre il dubbio rispetto a Dio è il primo grado dell’incredulità  Genesi 3 ed è fonte di debolezza, la fede è fonte di forma spirituale.

Abramo fu fortificato nella sua fede, o per la sua fede, dando gloria a Dio in quanto non mise in dubbio la Sua potenza, nè la Sua fedeltà.

Chi non crede fa Dio bugiardo e lo disonora 1Giovanni 5:10. Chi crede nel Figlio di Dio, ha questa testimonianza in sé. Chi non crede a Dio, fa di lui un bugiardo, perché non crede alla testimonianza che Dio ha reso a suo Figlio.

Luca 22:32 \”Ma io ho pregato per te, affinché la tua fede non venga meno. E tu, quando sei tornato a Me , rafforza i tuoi fratelli. \” –

4. Che cosa impedisce che ci si aspetti qualcosa di buono

Il tuo passato potrebbe impedirti di aspettarti qualcosa di buono.

Quando hai sperimentato dolore, tradimento, delusione, è facile perdere la fiducia nel futuro.

Ma oggi Dio vuole che io gli dia il suo dolore e che gli dia il suo passato.

Lascia che lo Spirito Santo ti guarisca. Quando hai rinnovato la tua mente e sei libero dal tuo passato, Dio ti condurrà in una nuova strada.

Inizia a vivere una vita piena di fede. Apettati  che qualcosa di bello accada oggi. Non lasciare che il vostro passato danneggi  il tuo futuro.

5. L’aspettativa richiede la manifestazione di una azione.

La Bibbia dice che la fede senza le opere è morta. Qualunque cosa ti aspetti, Dio la farà, ma è necessario fare un passo di fede.

«Tutta la mia debolezza, che mi piega e mi paralizza, la depongo davanti a Te. Trasformala in forza: Signore abbi pietà» (Eugen Eckert).

 

Conclusione

Anche tu, come Davide, nei momenti in cui sei grandemente angosciato per le difficoltà e gli ostacoli che compaiono sul sentiero della tua vita, volgi il tuo sguardo a Dio per ricevere incoraggiamento e forza

Anche tu come Abramo non  perdere la tua aspettativa , ma fortificati nella fede anche se tutto ti sembra impossibile.


Genesi 15, 6 Abramo credette al Signore, che gli contò questo come giustizia

Romani 4, 20-21 Abramo fu fortificato nella sua fede e diede gloria a Dio, pienamente convinto che quando egli ha promesso, è anche in grado di compierlo

Solo con la fede puoi piacere a Dio!  Ebr 11:6

 

 

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.