Sperimentare la gloria di Dio nella tua vita

Lo scopo della vita è quello di sperimentare la gloria di Dio nella tua esistenza e credere in Lui.

La maestà e la gloria di Dio è evidente tutto intorno di noi. Si rivela nella sua creazione e nel Vecchio Testamento si è visibilmente rivelata a Mosè nel roveto ardente e sul monte Sinai. La gloria di Dio era presente nel Santo dei Santi e in occasioni speciali come alla dedicazione del Tempio di Salomone. Isaia e altri profeti e santi dell’Antico Testamento hanno visto la gloria e la maestà di Dio. Nel Nuovo Testamento Cristo ha manifestato la gloria di Dio e oggi i credenti sono qui per manifestare la sua gloria. Non si può testimoniare della gloria di Dio e non della sua santità. La gloria di Dio e la santità di Dio sono due facce della stessa medaglia.

Quando Isaia vide la gloria e la santità di Dio si rese conto di quanto fosse misero lui e le persone che erano intorno a lui.

Come può un peccatore venire davanti ad un Dio santo? E ‘possibile solo perché Dio è amore.

Giovanni 3: 16-17 dichiara: “Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. Per Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui”. L’amore ha incontrato la necessità di Isaia e l’amore incontra il nostro bisogno oggi.

La Parola di Dio ci parla circa il rapporto d’amore di Dio con l’uomo creato a sua immagine e somiglianza. Dio è spirito e l’uomo poteva riferirsi solo a Lui in Spirito e verità. Il peccato ha portato alla morte spirituale e alla separazione da Dio. Solo Dio, che è la vita e ha la vita può ridare la vita ai morti spiritualmente e questo lo  ha reso possibile attraverso la nuova nascita. Dio è amore e ci ama con un grandissimo amore. Ha fatto tutto ciò che c’era da  fare per il peccato nella nostra vita, rendendoci possibile nascere di nuovo.

 Dobbiamo nascere di nuovo.

La nuova nascita è il percorso per sperimentare la gloria di Dio nella nostra vita. Una nuova relazione  alla luce della salvezza, dello spirito e della vita spirituale e con la riconciliazione con Dio. Alla nuova nascita inizia una nuova vita : lo Spirito Santo viene a vivere nello spirito umano  e ricrea il credente. Dal momento che l’uomo è uno spirito che possiede un’anima e vive in un corpo, il credente è spiritualmente perfetto e dovrebbe essere guidato dallo spirito. La nuova nascita perfeziona lo spirito, ma non l’anima o il corpo. Tuttavia si trova a che fare  con il peccato e la tendenza al peccato che è insita in ogni essere umano. Il vero te, il tuo spirito, dovrebbe rinnovare il tuo pensiero e portarlo ad agire secondo la volontà di Dio. La mente rinnovata influenzerà il corpo per portarlo al punto in cui si accetta quello che dice la Parola al posto di ciò che dicono i sensi.

L’unico modo per avvicinarsi e conoscere un Dio giusto è di nascere dall’alto, nascere di nuovo. La nostra vita reale è una vita vissuta nello spirito e inizia con il rinascere. Si entra in un nuovo regno di vita – il regno dello Spirito. Un bambino non ancora nato non ha alcuna conoscenza o contatto con il mondo esterno. Allo stesso modo ogni individuo che non è nato dallo Spirito di Dio, non ha alcuna conoscenza o contatto con Dio, e con le cose del cielo e l’eternità.

Senza parto normale di un bambino non ha alcuna capacità di utilizzare tutte le potenzialità della vita al suo interno. Il bambino non ancora nato ha orecchi ma non può sentire e una bocca ma non può parlare. Essa ha il potenziale di sentire e di parlare prima della nascita, ma può usare queste cose solo dopo la nascita per comunicare. Allo stesso modo l’uomo ha la capacità di ascoltare Dio e di comunicare con lui, ma può farlo solo dopo essere rinato e senza la nascita spirituale  una persona non avrà la capacità di comprendere le cose di Dio.

Essere religiosi non è sufficiente per andare in cielo. Non è sufficiente venire in chiesa la domenica, né è sufficiente non mentire, rubare o bere. C’è solo un modo per andare in cielo ed è il modo di Dio : nascere di nuovo.

Sei nato di nuovo?

La nuova nascita mette la grazia di Dio a nostra disposizione in modo da poter manifestare la gloria di Dio. La grazia è non solo favore immeritato, ma anche il potere che fa agire Dio.  Siamo salvati per grazia mediante la fede (Ef. 2: 8) e conduciamo la nuova vita per grazia. La grazia ci rende capaci di vivere una vita di obbedienza a Dio.

Una diretta conseguenza della grazia è l’adempimento dell’amore. Non possiamo pretendere di nascere di nuovo e ancora odiare il fratello o non riuscire a mettere in guardia un vicino di casa del peccato. L’amore ci porta a prendere posizione contro il peccato in quanto ci rende responsabili e di tutto ciò che accade intorno a noi.  Per prendere una posizione contro il peccato è necessario testimoniare di Cristo. E ‘nostra responsabilità di influenzare ed avere un impatto sulla nostra società.

Oggi, dove la maggior parte delle persone sono egocentrici e preoccupati solo di se stessi, il mondo non può fare a meno di notare la vita cambiata di un vero credente. Questa vita è descritta nel passo di Isaia quando Dio lo purificò e lo chiamò. I credenti saranno notati per la loro trasformazione attraverso la nuova nascita e non perché vanno in chiesa, fanno offerte, pregare e leggere la Bibbia. Saranno notati per la loro rettitudine e amore reciproco. Essi saranno notati da prendersi cura di chi è nel bisogno, favorendo coloro che hanno perduta la speranza e avvisando  coloro che sono persi della possibilità di recupero e mostrando loro la via a Cristo.

Quando Isaia sperimentò la gloria di Dio non aveva più bisogno di false sicurezze e delle ricchezze del mondo.

Isaia 6:1 Nell’anno della morte del re Uzzia, vidi il Signore seduto sopra un trono alto, molto elevato, e i lembi del suo mantello riempivano il tempio. 2 Sopra di lui stavano dei serafini, ognuno dei quali aveva sei ali; con due si copriva la faccia, con due si copriva i piedi, e con due volava. 3 L’uno gridava all’altro e diceva: «Santo, santo, santo è il SIGNORE degli eserciti! Tutta la terra è piena della sua gloria!» 4 Le porte furono scosse fin dalle loro fondamenta dalla voce di loro che gridavano, e la casa fu piena di fumo.
5 Allora io dissi: «Guai a me, sono perduto! Perché io sono un uomo dalle labbra impure e abito in mezzo a un popolo dalle labbra impure; e i miei occhi hanno visto il Re, il SIGNORE degli eserciti!» 6 Ma uno dei serafini volò verso di me, tenendo in mano un carbone ardente, tolto con le molle dall’altare. 7 Mi toccò con esso la bocca, e disse: «Ecco, questo ti ha toccato le labbra, la tua iniquità è tolta e il tuo peccato è espiato».

Era preoccupato solo di piacere a Dio. Anche noi, quando confessiamo le nostre labbra impure, saremo purificati e perdonati. Siamo nati di nuovo.

 La nuova nascita si occupa del nostro peccato e imputa a noi la giustizia di Cristo.

Nessuno può entrare nel Regno di Dio se non è nato di nuovo. Considerando che la prima nascita è naturale,è fisica e può essere vista, la seconda nascita è spirituale e non può essere vista. È una trasformazione interiore e anche se non possiamo vedere accadere o controllarlo possiamo vedere il suo effetto. Proprio come gli effetti del vento possono essere del tutto inaspettati ed il vento può soffiare dove vuole, sarà così anche con gli effetti della nascita dallo Spirito. La nuova nascita ci rende possibile avere l’accesso al cielo ed è l’unico modo per farlo.

Purtroppo molte persone non vogliono accettare questo anche se la Bibbia lo dice chiaramente. Dio ha reso possibile questo modo perché siamo molto prezioso per Lui – così prezioso che Cristo è morto per noi per mettere le benedizioni di Dio tutte a nostra disposizione come Suoi figli. Così come siamo nati in famiglie terrene, attraverso la nascita fisica siamo anche nati nella famiglia di Dio attraverso la nascita spirituale.

A meno che non siamo nati di nuovo, non siamo in grado di entrare nel Regno di Dio. Non abbiamo alcuna possibilità di decidere quando essere nati fisicamente e morire fisicamente, ma invece abbiamo voce in capitolo sulla rinascita e la possibilità di vivere in eterno

Facciamo la scelta se nascere di nuovo e avere la vita eterna o restare separati da Dio per sempre. 

Sei nato di nuovo?

Il cielo è così vicino ed è il desiderio di Dio che noi tutti gli apparteniamo “Dio ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito perché chiunque crede in Lui non muoia, ma abbia la vita eterna”. Si può avere questa vita oggi con  l’esperienza di Dio il perdono, la pace e la gioia duratura accettando Gesù Cristo come personale Salvatore e Signore. Amen!

Testi di riferimento : Is. 6: 1-8; Rom. 8: 12-17; Giovanni 3: 1-17

 

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.